Pianificazione strategica Terni warning: non trascurare i principi dell’ apertura

pianificazione-strategica-terniIl centro va occupato ricorda pianificazione strategica Terni. I pezzi vanno collocati nelle posizioni più favorevoli. Attenzione a non creare delle debolezze in aperure che poi vanno difese tutta vita, per usare un gergo slavo caro a pianificazione strategica Terni. Parliamo di guerre militari dove la sorte é guidata da abilità tecniche, dall’ equipaggiamento delle truppe ma anche di prevedere e prevenire i contorni della prossima guerriglia per sistemare la controffensiva nel modo più incisivo. I principi generali dell’ apertura sono come le leggi scoperte da Newton sulla gravitazione universale senza averle conosciute e rispettate Einstein non avrebbe potuto formulare la sua teoria generale della relatività insieme ad altre esposizioni sui flussi della luce con Maxwell e derivati. Per evitare disastri é meglio occupare il centro se volessi sviluppare un alfiere in c4 non spingo il pedone e3 di un passo ma di due in modo poi di non subire d5 come risposta. Portare velocemente in gioco le risorse.

Poi se ti fanno Ac4 e Df3 per dare matto in f5 non é che ti metti a giocare Ac5 come difesa, significherebbe ignorare completamente la controparte. Ma passiamo ai fondamentali con la Schulten vs Morphy giocata a New York nel 1857 link raccattato da pianificazione strategica Terni all’ indirizzo: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1075588 . A volte la migliore difesa é il controattacco e questo principio viene dimostrato in questa partita dove il nero cerca di guadagnare dei tempi per lo sviluppo sacrificando dei pedoncini inutili zavorre. Spingendo in e3 il nero apre la colonna E e fa perdere tempo al suo avversario. La mossa c6 punto esclamativo del nero prosegue con lo stesso andazzo e il bianco decide valutando male la posizione di mettere un cavallo nero in c6 che va a rinforzare il controllo sul centro. Dopo 12 dc6 non vi é più difesa per il bianco anche giocando 13 Ac3 che andava incontro a Cd4 e dopo l’eventuale cambio sarebbe esplosa Torre prende e2. Una inchiodatura verticale si trasforma così in inchiodatura orizontale. La ciliegina sulla torta é poi 16 Rf2 per la serie stendiamo un velo pietoso secondo pianificazione strategica Terni. I punti più vulnerabili sono f7 ed f2. Poi ricordiamoci anche delle debolezze sulle diagonali e1-h4 ed e8-h5 specularmente oltre ai principi dello sviluppo rapido e dell’ occupazione del centro. Vediamo un disastro antico sul punto f7 per esempio.

Nell’ esempio proposto il nero si mette a mangiare in maniera scriteriata l’intero universo ma arriva presto la resa dei conti il fatto é, ricorda pianificazione strategica Terni, che ai tempi era una sorta di codice di onore obbligato sottostare alle richieste di gambetto (e di sgambetto!) da parte dell’ avversario! Manca il tema dell’ adescamento del re nemico verso il centro della scacchiera e lo vedremo in una delle prossime sessioni di allenamento. Ricordiamoci quindi al fine di evitare disastri di non trascurare i principi dell’ apertura!

Annunci

Web content Nocera Umbra e i componenti bootstrap

web-content-nocera-umbra-1In uno dei precedenti articoli con web content Nocera Umbra abbiamo preso in considerazione le politiche di web marketing facendo un parallelismo con la partita https://umbriawayinfo.wordpress.com/2017/02/22/studio-grafico-valfabbrica-e-le-batterie-alfiere-e-donna-sulla-grande-diweb-content-nocera-umbra-2agonale/ dove il nero venne punito sulla grande diagonale a1-h8 previo sacrificio brillante di torre. Sacrificare un pezzo sull’ arrocco per lasciare in brache di tela il re avversario non é una cosa che si vede spesso nella pratica di torneo ed é stupefacente constatare come questo avvenga soltanto alla dodicesima mossa come testimonia il diagramma e il link a corredo: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1112342.  Questa variante dell’ est indiana andava molto in voga ai tempi e web content Nocera Umbra non sa dire con esattezza come si sia evoluta la variante, se oggi é considerata favorevole al nero piuttosto che al bianco o altro, ma certamente vedere una sconfitta nera così plateale suona strano anche in considerazione che l’avversario é un forte GM nelle prime posizioni mondiali! Ma non tergiversiamo perché lo scopo del post é quello di recuperare interessanti informazioni su bootstrap il famoso framework che consente la responsività dei siti internet attraverso i breakpoints e le media query nei css! all’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/bootstrap/componenti.html abbiamo tre componenti interessanti da visionare, il jombotron, l’alert e le card queste ultime spalmate sulla logica delle tre colonne per ciascuna delle quattro sezioni visto che le colonne di riferimento sono dodici. Cliccando con il tasto destro sul codice sorgente si può vedere come é strutturata la pagina in particolare notare come i link diretti al framework siano chiaramente inseriti nella pagina in un certo modo nell’ head e nel body della pagina. Bootstrap mette a disposizione un ampio armamentario di oggetti e strumenti da utilizzare nelle nostre pagine, ricorda web content Nocera Umbra e anche il tema visto nella partita di scacchi con il sacrificio di demolizione é parallelamente da ricordare per applicarlo in partita durante le nostre future prestazioni!

Studio grafico Valfabbrica e le batterie devastanti alfiere + donna sulla grande diagonale

studio-grafico-valfabbricaQuando alfiere sta dietro donna su grande diagonale allora ti salva solo il fuori gioco sostiene studio grafico Valfabbrica parafrasando il grande Boskov nel settore calcistico. Nella partita tra Polugaevsky vs Kortchnoi dodicesima del match a Buenos Aires giocata nel 1980, alla mossa 25 il bianco dà spettacolo proprio proponendo questo tormentone: se io mettere donna davanti ad alfiere su re scoperto io diventare come angelo sterminatore dell’ apocalisse e partita finire uno a zero. Studio grafico Valfabbrica vuole evidenziare con questo parallelismo scacchistico applicato al web marketing che certi temi di base si devono conoscere in modo poi da applicarli nella paratica di gioco. La partita si può seguire a questo indirizzo: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1112342 e il diagramma postato mostra il momento fatidico. Ora questa concretezza va ribaltata anche nel settore web marketing dove il succo di tutte le tecnologie che ruotano intorno alle figure del web designer piuttosto che a quella che si occupa dei social o allo sviluppo web é che in rete bisogna fare traffico, attirare, incuriosire infine canalizzare e poi convertire. Il tutto rimanendo con i piedi per terra perché non stiamo parlando del nuovo marketing paradiso, spesso non si riesce ad ottenere un risultato soddisfacente in termini di performances e risultati neanche investendo tanti soldi segno che alle spalle mancavano obiettivi chiari e strategie efficaci persistenti nel tempo. Ora più che mai servono distruttori di sogni su web, consulenti che in maniera neutra e disinteressata cantano come si deve le gesta di quelli che furono e di quelli che verranno: non siamo dentro a un nuovo cinemma paradiso, nel web marketing gli errori come negli scacchi si pagano. Forse al nero nella partita menzionata é sfuggita la mossa 25 del suo avversario? Non lo sappiamo ma di sicuro per il grande Kortchnoi deve essere stata una brutta giornata. Così senza idee chiare difficilmente un importante investimento produrrà risultati degni di quello che hai seminato in entrata. Vuoi vendere in maniera locale o su scala nazionale o mondiale? Hai dei prodotti tipici da proporre? Ti stai cristallizzando in una nicchia ristretta di business e hai la necessità di vendere il tuo prosecco doc fuori dai confini angusti che ti sei costruito? Si può fare ma a patto che valuti le giuste strategie e che non trascuri gli effetti letali di una batteria alfiere donna su grande diagonale perché gli effetti da subire dal mercato sarebbero letali, parola di studio grafico Valfabbrica!