Problemi con i vasetti di marmellata? Prova quella alle prugne suggerisce web design Umbria!

web design umbria

Con web design Umbria cerchiamo di entrare nei misteri del match di ritorno tra Tal e Botvinnik che consentì al secondo di riprendersi la corona mondiale malgrado alcune debacle come questa che andremo a vedere all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1032570 dove a un certo punto il nero prende fischi per fiaschi in una posizione critica. Stiamo parlando dell’ ottava partita una caro kann dove a un certo punto il nero gioca 17..a4? quando andava prima eliminato il pedone c4 nella linea con 17..dc4! 18 Tc4 a4! 19 Cbd4 (19 Txa4 Ae7!) Ac5 con il nero in vantaggio posizionale. Ma…ecco dopo 17..a4? comparire sulla scacchiera 18 c5 che non sembra difficile da vedere se non altro perché attacca la regina eh eh! Ora dopo 17..a4? 18 c5 Dc7 19 Cbd4 perché mail il nero non potrebbe giocare per esempio alfiere da casa f8 a casa c5? Bé questo é un compito a casa. Nella posizione finale dopo 29 Cd7 se 29..Ad7 30 Cd7 Td8 31 Tc8!! risolve in vista della sciabordata Ta8 mentre anche 29..Rc7 non va a causa di 30 b6 e 31 cb7. Perché con web design Umbria abbiamo citato questa partita? Perché é piena di varianti e conseguentemente anche di variabili con la mossa x o y che può valere in modi diversi e ci riferiamo evidentemente alla cappella del nero alla mossa dieciasette che fortunutamente per Botvinnik non gli ha ostacolato la riconquista del titolo come incidente. Che poi gli errori esistano anche in php é un fatto provate a scrivere una dichiarazione di stampa a video per visualizzare una stringa senza mettere le virgolette, fa notare web design Umbria! Che dire sulle variabili in php? Che sono contenitori vasetti di marmellata che contengono tipi diversi di marmellata e contenuti e che i tipi di dati suono diversi e che possono essere NULL, booleani true e false, stringhe, interi etc. PHP riconosce in automatico il tipo di dati ma volendo io potrei anche stampare a video un numero che però viene dichiarato con la parola chiave string diversamente. I nomi delle variabili sono costituiti da numeri e lettere e simboli come underscore e sono preceduti dal simbolo del dollaro. E’ buona norma usare spiegazioni chiare sul nome nel senso che già dalla dichiarazione che precede l’assegnazione si deve sapere di che cosa si sta parlando tipo $age per esempio che presumibilmente sarà un intero e che non può essere una costante dal momento che l’età cambia ogni anno. Con la funzione var_dump() stampo sia il tipo dei dati che il contenuto mentre per print_r() vale solo la seconda che abbiamo detto. Poi posso avere necessità di stampare all’ interno di una stringa il valore di una variabile e questo lo posso fare inserendo nell’ echo un blocco di graffe. Anche print() ha la stessa funzione di echo(). Le stringhe vanno racchiuse da virgolette singole o doppie anche se ci sono delle sfumature. In una delle prossime sessioni di allenamento con web design Umbria andremo a sviscerare meglio il tema delle costanti, a volte nei programmi esistono dei puntelli inamovibili che non sono soggetti a variazioni temporale come il codice fiscale per esempio che é immutabile. Per quanto riguarda la nomenclatura per scrivere le variabile il sistema a gobba di cammello per separare le parole e capirle meglio funziona tipo $nomeCognome o ancjhe &nome_cognome é molto utilizzato, l’idea di fondo é che una dichiarazione di variabile si deve capire in che contesto lavora in maniera inequivocabile senza lasciare spazi di ambiguità.

Annunci