Adolfo Leoni (Gualdo Tadino, 13 gennaio 1917 – Massa, 19 ottobre 1970) è stato un ciclista su strada e pistard italiano, professionista tra il 1938 e il 1952. Dotato di ottimo spunto veloce, vinse la Milano-Sanremo nel 1942 e diciassette tappe al Giro d’Italia, oltre una al Tour de France. Da dilettante vinse i campionati del mondo a Copenaghen nel 1937.

Il link del progetto in working progress:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/ 
   
Portale:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/colleview
   
PhotoGallery statica:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleNoceraUmbra/photos
   
Modulo statico:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryStatic/collephotos
   
Modulo dinamico:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/collephotodynamics
   
Sezione download:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/pdf
   
Modulo Static History:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/table
   
Modulo Dynamic History:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/tableplus

Personaggi:
http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/men

Riassunto delle puntate precedenti

Alla puntata 18 , indirizzo https://umbriawayinfo.wordpress.com/2021/03/22/territorio-storia-cultura-conoscere-le-risorse-che-hai-sotto-casa-con-glocal-web-app-come-mettere-in-moto-un-progetto-con-codeigniter-dieciottesima-puntata/ , è stata attivata l’area cronologia anche se dal punto di vista grafico non siamo particolarmente entusiasti. Ora diamo seguito a quello che è stato elaborato con la domanda criptica: è l’uomo a fare la storia o viceversa?

Andare a recuperare le idee tecniche dallo storico progetti

All’ indirizzo http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_seicento/ noi avevamo puntato con il canocchiale della storia sul macrocosmo e in particolare su un seicento allargato. Ebbene nella home è palesemente evidente quello che vogliamo andare a fare ma con delle differenze pratiche e stilistiche

possiamo lavorare come base su qualcosa che era già stato messo in piedi, apportando modifiche

In primo luogo abbiamo verificato che l’integrazione degli stessi dati dentro un nuovo progetto non ha controindicazioni:

ok, possiamo incastrare i dati facendo attenzione al copia e incolla!

LAVORARE SULLA TABLE ORIGINALE

Una volta fatta capito a grandi linee quello che si vuole realizzare in pratica, siamo andati a lavorare sulla tabella di origine del progetto seicento, DUPLICANDOLA solo nella struttura con i campi vuoti e rinominandola, ma non solo. Abbiamo inserito anche un campo VARCHAR per definire il RUOLO svolto dai personaggi, il loro costume di scena pirandelliano, la loro professione. Poi ovviamente abbiamo cambiato anche la QUERY presente nel MODELLO. Qui si sta parlando di storia locale, la fonte presa dal progetto seicento sconfinava invece nel Macrocosmo

I rischi di un approccio copia e incolla

Un approccio di tipo meccanico del tipo PRENDO e RIUTILIZZO, va incontro a delle calamità se non si intuiscono i rischi. Per esempio tutte le risorse esterne che appoggiano la sezione copiata sono diverse rispetto all’ originale e quindi alla fine bisogna valutrare se lasciare i LINK per i CSS e JS ORIGINALI, o se modificare il tutto con i propri. Alla fine per evitare conflittualità abbiamo usato quello che c’era in casa, ma tuttavia il processo non è stato indolore! Per esempio:


A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Undefined property: ColleGalleryDynamic::$Collegallery_Mode

Filename: controllers/ColleGalleryDynamic.php

Line Number: 633

o ancora:

Backtrace:

File: /members/uwc/ciuwc_projectglocal/application/controller/ColleGalleryDynamic.php
Line: 433
Function: _error_handler

File: /members/uwc/ciuwc_projectglocal/index.php
Line: 315
Function: require_once

oppure:

Fatal error: Call to a member function get_count6() on null in /members/uwc/ciuwc_projectglocal/app/ColleGalleryDynamic.php on line 231
A PHP Error was encountered

e infine si fa per dire:

Backtrace:
An Error Was Encountered
Unable to load the requested file: mens.php
Tutto facile nel mondo dello sviluppo web! I problemi quando ci sono si risolvono da soli

Vale il discorso già fatto per quella che è l’essenza di un aspirante web developer: è un individuo che a che fare costantemente con il problem solving. Nello specifico gli errori di cui sopra si riferiscono alle più svariate situazioni reali incontrate per mettere in piedi la sezione http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/men, ci sono errori nel modello, nel controller e anche nella vista che magari rimandano a link di riferimento non trascritti regolarmente. Ci sono funzioni copiate maldestramente che hanno lo stesso nome di riferimento, oppure richiami tra Model e Controller che per qualche motivo non hanno un seguito. La casistica è molto ampia, ma alla fine ci sono anche le soddisfazioni

Tutto è bene quel che finisce bene! Facendo e riprovando alla fine anche errori banali vengono corretti!

Anche l’occhio vuole la sua parte

grazie ai CSS possiamo offrire un servizio di confort visivo al visitatore

Poi c’è un lavoro invisibile che non si vede, che è quello legato alle rifiniture, alla stilizzazione, al miglioramento della grafica con i CSS per esempio e anche integrando JS dinamici che possono ravvivare la nuova sezione aforismi appena messa in piedi, frase che di fatto cambia al refresh della pagina. Inoltre sono stati fatti notevoli passi in avanti sulla paginazione, che ora tiene anche il link attivo per segnalare all’ utente in quale pagina di navigazione si trova. Insomma tutto un insieme di piccoli impercettibili miglioramenti, compresa la cornice, che alla fine rendono tutto professionale

le frasi cambiano ad ogni reload

Fenomeni della terra umbra: dopo la tempesta viene il sole

L’umbria sforna santi a manetta (per contrastare tenebre dilaganti?), ma sotto casa ha anche dato la luce a grandi campioni come Leoni Adolfo citato nell’ incipit che di successi sportivi con la bicicletta ne ha collezionati tanti e tutti di grande rilievo. Dopo che la tecnologia esaurisce il suo compito di offrire un servizio, arriva l’utilità dei contenuti. Per esempio mai saputo che qui da noi abbiamo anche una martire spoletina o che Rieti fino a qualche anno fa apparteneva alla regione Umbria, insomma scavando si trovano un sacco di cose interessanti

chi cerca trova!

Conclusioni

All’ indirizzo http://umbriawayformazione.altervista.org/ci_project_glocal/index.php/ColleGalleryDynamic/men abbiamo messo una sezione personaggi che tra l’altro, indagando, ci consente anche di approdare in luoghi ricchi di fascino e di mistero poco distanti dal confine umbro come https://it.wikipedia.org/wiki/Monastero_di_Fonte_Avellana , il lavoro da fare è ben lontano dall’ esaurirsi, per esesmpio bisogna andare anche a recuperare libri tematici che ci aiutano meglio a sviscerare i temi del portale. Quella di tirare un sassolino nello stagno è una idea che sembrava avere un inizio e una fine, ma a giudicare dalla mole di lavoro che ci aspetta, siamo solo ancora in quella fase che negli scacchi viene definita di apertura

Prospettive di crescita del progetto GLOCAL? Infinite

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...