Sai portare un lettore sull’ orlo di un abisso? La risposta da web design Umbria

Se sto scrivendo non voglio solo informare, voglio invitare chi legge a compiere una azione specifica con la famosa call to action. Stai scrivendo per un e-commerce? Per un sito di calcio? O per il sito che protegge la foca monaca? Tu puoi informare e spingere interesse e persuasione ma quello che serve nella maggior parte dei casi é una call to action. datemi una call to action e vi solleverò il mondo sentenzia web designer Umbria. Per spingere a una forzatura del genere devo creare un binario a una sola corsa avvincente. DEvi afferrare il lettore per i capelli e trascinarlo fino alla famosa call to action e non é una cosa semplice ricordando quella famosa soglia di attenzione. Il massimo poi é suggerire l’idea che il lettore senta come giusta e corretta la sua azione suggerita indirettamente dal copywriter. Con la parola scritta persuasiva e incisiva dovrai spingere il lettore fino sull’ orlo di un burrone, ricorda un pò letterariamente web design Umbria. alias Faraoni Enrico, ceo di Umbriaway Consulting. Allora devi diventare psicologo come copywriter. Che cosa infervora quel tipo di lettore appassionato di trenini elettrici? Che parli in maniera avvincente di trenini elettrici per costringerlo a comprare un modellino? Devo conoscere le passioni del mio gregge di acquirenti potenziali. Dare per scontato o tirare a indovinare su come colpire e fare il massimo danno con la parola scritta non é cos’ semplice. Devo fare delle scelte scriverò con il tuo o con il suo, in presa diretta o in terza persona? Devo entrare in empatia con il lettore? Certo meno si é secchioni é più coinvolgimento si crea, ricorda web designer Umbria nelle sue scorribande sul dominio network umbriaway consulting. E meglio scrivere che lo apprezzerai al posto di “i nostri clienti lo apprezzeranno”. Come sempre vale il motto del farla breve ed essere chiari, chiarezza e brevità vanno a braccetto. Ricordiamoci che la freccia per andare a Roma partendo da Torino non deve passare per Bruxelles. E poi può funzionare anche questa idea della promessa che si legge dietro le righe, il fatto che se continuerai a leggere caro lettore tu vedrai nel prossimo paragrafo cose inenarrabili. Diamo delle cose che possono servire e sono utili. Facciamo come wolf, risolviamo i problemi, tenendo sempre presente chi abbiamo sull’ altra sponda. Non andate a svelare tutto e subito ma date una caramellina di assaggio. Tu hai un problema caro lettore, sentenzia web design Umbria. Io copywriter te lo risolverò, non staccare seguimi, quello che vedrai é roba originale e contenuto di qualità. La mia storia non é sospesa nell’ aria, ha un inizio e anche una fine, appartiene al mondo reale, seguimi caro lettore. Fatti non fuffa, fatti che si incastrano nel telaio organizzato della storia. Usa termini fulminanti per la tua prosa come migliore originale comprovato fantasmagorico facilmente immediatamente bello colorato e simili. Stupisciti caro lettore. Infervora all’ azione: compra oggi! Offerta limitata nel tempo! Non essere banale riduzione dei costi del materiale può funzionare magari a San Marino ma a città del vaticano serve una frase più accattivante, fa notare web design Umbria. La scrittura include quasi sempre una calla to action. Che cosa vuoi che il tuo lettore faccia? BVuoi buttarlo di sotto da un cornicione? Allora compila il modulo per maggiori informazioni, oppure lascia il tuo commento al post. Clicca qui per acquistare, ti aspettiamo nel nostro show room! Una call to action deve essere unica, non puoi far fare mille cose al tuo spovveduto fedele lettore. Se non chiedete di fare qualcosa non faranno niente e cosa ne ricaverete? E pensi di fare tutto questo senza avere uno stile? Un tono? Ce l’avete una brand reputation chiede web design Umbria? Caro copywriter ti stai limitando solo a presentare delle informazioni in maniera meccanica senza coinvolgimento emotivo? Come pensi di griffare il tuo scritto? Ci metti del tuo? Usi una scrittura dura o formale morbida o casual? Lo stile che scegliere riflette il tono e la personalità della vostra azienda. Avete contenuti dandy o evergreen? Siete autoritari o trendy? Hai uno stile colloquiale? Scrivi come Dante nella divina commedia? Che ritmo hai che ritmo ci metti? Sei sempre serio o cim metti dentro qualche ossimoro umoristico in quella scrittura? DEVI IMBROCCARE LO STILE GIUSTO a seconda dell’ obiettivo che vuoi perseguire e del target di riferimento. Fai combaciare lo stile in trasparenza con la tua identità personale. Sdrammatizzare non vuol dire essere poco seri, a volte funziona. Fai combaciare lo stile con il contenuto, se parli di un noto logo che vende bare non puoi scrivere cose del tipo “era un peso morto”. E con la coerenza come la mettiamo chiede ancora web design Umbria? Scrivi in maniera professionale anche se fai lo zuzzerellone o fai solo il circo fuffa? Quando lo stile circo fuffa funziona? Devo sempre usare un tono professionale? Quando devo fare il piacione colloquiale? Dall’ altra parte chi ho la regina Vittoria? Io, noi, mi, nostro tutta la metrica crea un effetto coilloquaiale tipo le poesie di Quasimodo. Sei sincero quando scrivi? La trasmetti la tua esperienza personale, manifesti trasparenza fai capire come la pensi? La scrittura colloquiale é simile a una conversazione reale. Noi e voi, io ed essi. L’importante é non saltare di pane in frasca con una finta coerenza. Se poi scrivi per una azienda allora interrogati sulle tue responsabilità: non devi solo costringere a una call to action ma anche farti carico dello stile di quell’ azienda e portavoce di quel prodotto e servizio. E gli elementi visivi nella tua prosa idilliaca ce li inserisci? E delle belle clip art colorate le distribuisci? Sei bravo a creare infografiche o anche solo a spezzare i ritmi del lettore per rigenerarlo e divertitlo? Una immagine vale più di mille parole. Ce le hai delle belle foto per stupire con effetti speciali? E i grafici e le infoghrafiche e i video, insomma sei un tipo noioso capace solo di fare bla bla bla? Il mestiere di copywriter é sempre ricco di colpi di scena e di cura per i dettagli. Ad esempio i link esterni autorevoli li inserisci nei tuoi scritti? Sai riconoscere i siti autorevoli che possono migliorare la tua link building? Hai mai sentito parlare del famoso NO FOLLOW? E con quale frequenza devo aggiungere link nei miei scritti? Dipende sempre dalle circostanze a volte linkando ti fai un danno. Dovresti poi integrare contenuti di altri siti web? Le citazioni funzionano? Attenzione alle duplicazioni eh e anche ai diritti legali di materiale che integri per le tue affabulazioni. Certamente sei un pesce troppo piccolo per friggere nel padellone dei grandi quindi se ogni tanto ci scappa qualcosina di straforo nel proprio articoletto é solo per valorizzare il brand altrui (mettiamola così). Se stai scrivendo un post di Fiorella Mannoia é inevitabile che tu inserisca qualcosa che parli di Fiorella Mannoia, video, citazioni o altro…e comunque attenzione sempre ai diritti legali, oggi siete una sardina in un mare magnum, domani sarete dei pesci martello in un oceano che la concorrenza vorrà fare alla griglia, conclude con questa metafora coloria degna di un grande scrittore degli anni trenta, web design Umbria!

Annunci